Il film da vedere stasera, 31 dicembre – Il Padrino Parte II

Il padrino parte II – Locandina

Buongiorno amici e buona vigilia! Questa sera se non avete in mente di guardare i soliti programmi di fine anno ma avete voglia di vedere un grande film, potete scegliere di seguire il nostro consiglio e vedere Il Padrino Parte II (1974) di Francis Ford Coppola, con Al Pacino, Robert De Niro, Robert Duvall e Diane keaton

Trama del film:

Siamo nel 1901, a Corleone: il piccolo Vito Andolini assiste impotente al massacro della propria famiglia da parte del boss mafioso Don Ciccio. Per salvarlo viene fatto emigrare a New York, dove per una svista anagrafica il suo cognome viene convertito in Corleone, essendo stato scambiato con il nome della sua città natale, e lavora onestamente presso il negozio di alimentari del Sig. Abbandando.

A un anno dal suo matrimonio con Carmela e dalla nascita del suo primogenito, Sonny, Vito viene licenziato in favore del nipote di Don Fanucci, piccolo ma feroce boss di quartiere. Successivamente, si imbatte in Peter Clemenza e Salvatore Tessio, che divengono suoi amici e con cui inizia alcune attività malavitose.

Fanucci li ricatta a fine di estorsione, imponendo un alto tributo finanziario, ma il giovane Vito, fingendo di assecondarlo, lo uccide a colpi di pistola. Inizia così la sua ascesa nella criminalità e in pochi anni diviene uno dei più importanti boss mafiosi di New York: egli controllerà il racket, il contrabbando di tabacchi e alcolici, la corruzione, la prostituzione, il gioco d’azzardo.

Divenuto un potente e temuto signore del crimine, Don Vito ritorna a Corleone e vendica i genitori uccidendo barbaramente il loro assassino, ormai anziano, con una pugnalata all’addome.

Torniamo nel 1958: il figlio di Don Vito, Michael guida l’organizzazione criminale dei Corleone nel Nevada. Da molti anni è immerso in affari assai vantaggiosi nel campo del gioco d’azzardo del Nevada e nella Cuba corrotta del dittatore Batista, insieme ad altri malavitosi e a uomini d’affari prevalentemente statunitensi. Il ricco e potente capitalista ebreo Hyman Roth, che guida il lucroso business a Cuba, trama per eliminare subdolamente Michael, riuscendo quasi nel suo intento… la vendetta di Michael non si farà però attendere e colpirà chiunque abbia tramato contro di lui.

Appuntamento alle ore 2120.15 su Paramount Channel (canale 27).

Alcune curiosità sul film

  • È stato il primo séguito nella storia del cinema a vincere l’Oscar al miglior film, impresa in seguito riuscita anche a Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re (2003).
  • Con 11 candidature agli Oscar, Il film ne portò a casa ben 6.
  • La saga de Il padrino è l’unica nella storia ad aver vinto più di un premio Oscar come miglior film.
  • Marlon Brando e Robert De Niro sono gli unici due attori ad aver vinto l’Oscar interpretando lo stesso personaggio, Vito Corleone, rispettivamente da anziano (nel primo film, del 1972) e da giovane. Don Vito è quindi l’unico personaggio della storia del cinema ad avere vinto due Oscar con due attori diversi.
  • In alcune scene originali, Al Pacino ed altri attori hanno recitato in italiano con la tipica cadenza italo-americana degli immigrati siciliani. Ecco una Clip:

Gli attori protagonisti

Al Pacino

Al Pacino, all’anagrafe Alfredo James Pacino è nato a New York, il 25 aprile 1940

Nasce ad East Harlem, da Salvatore Pacino, figlio di immigrati siciliani. Il padre abbandona la famiglia quando il figlio è ancora in fasce, lasciandolo con la madre ed i nonni nel South Bronx, in condizioni di vita molto difficili. Cominciò a fumare all’età di nove anni e già a tredici aveva avuto esperienze con l’alcool e la marijuana.

La svolta nella sua carriera cinematografica avviene nel 1972, quando Francis Ford Coppola lo sceglie per interpretare il personaggio di Michael Corleone ne Il padrino. Per interpretare il ruolo, nel primo film ha percepito un salario di 35.000 dollari. Nel terzo film uscito nel 1990 ha ricevuto 5 milioni di dollari.

Considerato uno dei maggiori attori della storia del cinema, ha vinto il Premio Oscar nel 1993 (ed è stato candidato per 8 volte) per l’interpretazione del tenente colonnello Frank Slade in Scent of a Woman – Profumo di donna. Ha avuto tantissime relazioni sentimentali ed ha tre figli. Non si è mai sposato.

 

Robert De Niro Jr. è nato a New York, il 17 agosto 1943 (73 anni).

Nato da genitori di origini italiane ed inglesi, crebbe con la madre nel quartiere di Little Italy. Senza avere neanche completato la scuola superiore, iniziò la sua folgorante carriera nel mondo del cinema, intrecciatasi per buona parte con quella di un altro “figlio” della Little Italy dell’epoca, il regista Martin Scorsese.

È stato candidato 7 volte all’Oscar, vincendolo in due occasioni (Insieme a Marlon Brando è stato l’unico attore ad aver vinto l’oscar interpretando due volte lo stesso personaggio: Don Vito Corleone).

Ha 6 figli nati da tre donne diverse. Nel 2003 gli è stato assegnato un Life Achievement Award dell’American Film Institute come riconoscimento per il proprio contributo alla storia del cinema statunitense.

Robert Duvall

Robert Selden Duvall è nato a San Diego, il 5 gennaio 1931 (85 anni).

Ha cominciato a lavorare in teatro nel 1950, e contemporaneamente ha partecipato a molte serie televisive, e durante i primi anni sessanta ha cominciato con i primi ruoli cinematografici.

Il successo internazionale arriva nel 1972 con l’interpretazione dell’avvocato di Don Vito Corleone, Tom Hagen ne Il padrino di Francis Ford Coppola, ruolo che gli fece guadagnare la prima di sette nomination al premio Oscar.

Attore veterano, Duvall ha recitato in alcuni dei film e spettacoli televisivi più acclamati e popolari di tutti i tempi, tra cui Ai confini della realtàThe Outer LimitsIl buio oltre la siepeL’uomo che fuggì dal futuroJoe KiddIl padrinoIl padrino – Parte IIM*A*S*HQuinto potereIl “Grinta”La conversazione e Apocalypse Now.

Nel corso della sua carriera ha inoltre vinto due Emmy Award, quattro Golden Globe ed un BAFTA.

Diane Keaton

Diane Keaton, nome d’arte di Diane Hall (Santa Ana, 5 gennaio 1946)

Cominciò la carriera a teatro, per poi debuttare al cinema nel 1970. Ottenne la sua prima parte di rilievo interpretando Kay Adams ne Il padrino (1972), ma fu il sodalizio artistico con Woody Allen a consacrarla definitivamente. La quarta pellicola in cui la Keaton e il regista statunitense collaborarono, Io e Annie, valse all’attrice il successo agli Oscar 1978 come miglior attrice.

In seguito si dedicò a lavori che le permisero di non essere più identificata dal pubblico solo ed esclusivamente come la protagonista dei film di Allen. Si affermò come esperta attrice drammatica recitando in In cerca di Mr. Goodbar del 1977 e si guadagnò altre tre candidature all’Oscar alla miglior attrice per le interpretazioni in Reds, ne La stanza di Marvin e in Tutto può succedere – Something’s Gotta Give. I film a cui la Keaton ha preso parte hanno guadagnato oltre 1.1 miliardi di dollari solo nell’America del Nord.

Trailer del film

 

Fonti citate nell’articolo: Wikipedia