Il film da vedere stasera, 19 novembre – Vallanzasca – Gli angeli del male

Vallanzasca - Locandina
Vallanzasca – Locandina

Cari amici, buon fine settimana! per questa sera abbiamo scelto un Crime diretto da Michele Placido: Vallanzasca Gli angeli del male (2010) diretto da Michele Placido (Un viaggio chiamato amore, Romanzo criminale) con Kim Rossi Stuart.

Trama del film:

Il film ripercorre l’ascesa criminale di Renato Vallanzasca, noto gangster “sui generis” della Milano anni 70. Inizia nel 1981,nel carcere di massima sicurezza di Ariano Irpino, reparto di isolamento.

Renato Vallanzasca è un uomo di 31 anni, molti dei quali passati a delinquere. Già da ragazzino avrebbe potuto fare altre scelte, ma per sua volontà, assieme agli amici di sempre, Enzo, Antonella, Fausto e Giorgio (che entrerà in seminario), si diletta in piccoli furti e in attività criminali di vario tipo.

È lo stesso Vallanzasca a raccontare brevemente la storia della sua adolescenza, segnata negativamente dalla morte del fratello maggiore, l’unica persona cui Renato abbia dato retta nella sua vita. Si passa così al 1972, a Milano nel quartiere del Giambellino. Renato è un giovane ma già ricco criminale che, assieme agli amici, passa le serate nei locali della città tra lusso e donne.

Una sera, mentre è in compagnia dei compari, conosce Consuelo: un’avvenente ragazza calabrese con la quale scatta immediatamente una certa complicità . Poche ore dopo, mentre Renato è in compagnia di Consuelo, gli uomini della Polizia fanno irruzione nella stanza in cui si trovano i due, arrestando Vallanzasca per la rapina al furgone portavalori.

Si passa così al 1976: Vallanzasca è detenuto da 3 anni, quando la compagna gli rivela di aver conosciuto un altro uomo, un imprenditore con cui lei ed il figlio possono condurre una vita normale.

Desideroso di evadere al più presto dal carcere per vendicarsi, Renato avvolge in più pezzi di cicca numerosi chiodi ingoiandoli e causandosi volontariamente un’infezione intestinale. La direzione non può che farlo ricoverare all’ospedale Bassi dal quale, corrompendo il Carabiniere che lo piantona, Vallanzasca fugge poche ore dopo.

Renato si mette subito alla ricerca di Consuelo ma, dopo aver constatato che la donna ed il figlio sono felici, decide di tornare prepotentemente sulla scena criminale: assolda Fausto, uno dei suoi più cari amici d’infanzia e Sergio, abilissimo nell’utilizzo delle armi. Assieme ai due ed all’amica Maria, si reca nel carcere di Lodi, facendo evadere il compagno di questa, Beppe, criminale esperto nella guida ad alta velocità.

I tre entrano nella banda di Vallanzasca, assieme ai componenti storici della stessa, accrescendo la qualità della batteria, che nei mesi successivi si renderà protagonista di numerose rapine e furti, venendo conosciuta in tutta Italia come la banda della Comasina…

Appuntamento alle 21.15 su Nove (canale 9). Vi ricordiamo che il film è vietato ai minori di 14 anni.

Alcune curiosità sul film

  • Il film ha ricevuto diverse candidature ai David di Donatello
  • Michele Placido ha voluto trattare temi come la violenza e la ricerca della “bella vita“, ma non solo. Un’altra tematica importante affrontata è il contesto sociale della Milano anni settanta, che fu dominato dalla corruzione politica e finanziaria.
  • Nella fase di sviluppo del terzo progetto mandato avanti da Placido, il Ministero per i Beni culturali giudicò il film non inerente ai criteri per la delibera dei finanziamenti statali.
  • Sono state diverse le persone della scena politica e sociale italiana che hanno ribadito il loro aperto dissenso alla realizzazione del film, vista la natura del soggetto su cui si basa.

Gli attori protagonisti

Kim Rossi Stuart
Kim Rossi Stuart

Kim Rossi Stuart è nato a Roma, il 31 ottobre 1969.

Conosciuto dal grande pubblico per aver interpretato il ruolo di Romualdo in Fantaghirò. Ha recitato in numerosi film, tra cui i più noti sono Al di là delle nuvolePinocchioLe chiavi di casaRomanzo criminalePiano, soloQuestione di cuoreVallanzasca – Gli angeli del male e Anni felici.

Nel 2005, debutta alla regia con il film Anche libero va bene, di cui è anche sceneggiatore e interprete.

Nel corso della sua carriera ha vinto un David di Donatello, tre Nastri d’argento, due Globi d’oro, tre Ciak d’oro e tre Premi Flaiano.

Trailer del film

Fonti citate nell’articolo: Wikipedia