Il film da vedere stasera, 16 novembre – Pride and Glory – Il prezzo dell’onore

Pride and Glory - Locandina
Pride and Glory – Locandina

Cari amici, bentornati all’appuntamento con il film consigliato. Per questa sera abbiamo selezionato Pride and Glory – Il prezzo dell’onore (2008) del regista Gavin O’Connor (Miracle, Warrior, Jane Got a Gun) con Colin Farrell, Jon Voight ed Edward Norton.

Trama del film:

Ray Tierney (Edward Norton) è un agente di polizia di New York. Una sera va a una partita di football fra i poliziotti di New York e quelli di Detroit, dove si trovano anche suo fratello Francis (Jon Voight), anch’egli poliziotto, e sua sorella Megan con i suoi nipotini.

Subito dopo la fine della partita Francis riceve una chiamata in cui viene informato che 4 suoi agenti sono stati uccisi in un raid a Washington Hights; Francis, Ray, e Jimmy (Colin Farrell), si recano subito sul luogo del massacro e vedono un bagno di sangue.

Iniziando le indagini, Ray scopre che uno spacciatore di droga, nonostante fosse ferito, è riuscito a scappare. In un negozio, Ray interroga un bambino ispanico di nome Manny, che gli dice di aver visto quell’uomo correre in strada e salire in macchina, e riconosce l’identikit che Ray gli mostra: il colpevole si chiama Angel Tezo.

Jimmy scopre che il luogotenente di Tezo, Coco Dominguez, è a New York dalla sua famiglia; fa irruzione nel suo appartamento e lo picchia per farsi dire dov’è Tezo. Arrivato nel posto indicato, Ray chiama i rinforzi, avendo udito degli spari provenire dall’edificio. Entrato nel palazzo trova Jimmy, Eddie e Kenny che stanno torturando Tezo, che muore ucciso da alcuni colpi di pistola sparati da Jimmy con la pistola sottratta a Ray sul momento…

Appuntamento su Iris (canale 22) alle 21.00!

Alcune curiosità sul film

  • La stesura della sceneggiatura subì notevoli ritardi. O’Connor sostenne che una delle cause furono gli attentati dell’11 settembre 2001, che resero poco opportuno affrontare il tema della corruzione nel corpo della polizia di New York.
  •  Nick Nolte fu sostituito da Jon Voight per interpretare il patriarca di una famiglia di poliziotti.

Gli attori protagonisti

Colin Farrell
Colin Farrell

Colin James Farrell è nato a Castleknock, in Irlanda, il 31 maggio 1976.

Ultimogenito di quattro figli, il padre è un ex calciatore professionista. Appena maggiorenne Colin decide di trascorrere un anno in Australia. Durante il suo soggiorno viene perfino arrestato per sospetto omicidio; trattandosi di uno scambio di persone, viene rilasciato. E’ grazie al ruolo di Roland Bozz in Tigerland di Joel Schumacher, che Colin entra nel mondo di Hollywood.

Nel 2003 ottiene il ruolo di protagonista ne La regola del sospetto, collaborando con Al Pacino, che lo definisce “il migliore attore della sua generazione”. Nel 2005, terminate le riprese del film Miami Vice, è volontariamente entrato in un centro di riabilitazione per disintossicarsi da cocaina, ecstasy e alcolici.

Edward Norton
Edward Norton

Edward Harrison Norton è nato a Boston, USA, il 18 agosto 1969.

Suo padre fu avvocato ambientalista in Asia e procuratore federale nell’amministrazione Carter; sua madre, insegnante di inglese, morì prematuramente nel 1997 per un tumore al cervello. Grazie alla buona conoscenza della lingua giapponese, si trasferisce in Giappone, dove lavora alla Enterprise Foundation, un’associazione di volontariato creata dal nonno materno, James Rouse, architetto e filantropo milionario. La sua prima interpretazione cinematografica è del 1996 nel thriller Schegge di paura, accanto a Richard Gere.

Nel 2001 è diretto da Frank Oz nel film The Score, che gli ha permesso di recitare accanto ai mostri sacri Robert De Niro e Marlon Brando. Nel 2003 partecipa a The Italian Job accanto a Mark Wahlberg, Charlize Theron e Jason Statham. Nel 2005 recita nel kolossal storico di Ridley Scott Le crociate nel ruolo di Re Baldovino di Gerusalemme. E’ molto attivo a livello umanitario ed è ambasciatore ONU. Tra le sue relazioni si ricordano quelle con Courtney Love, Salma Hayek e Drew Barrymore. Nel 2013 ha sposato la produttrice Shauna Robertson, con cui era fidanzato dal 2007 e dalla quale ha avuto un figlio.

Jon Voight
Jon Voight

Jonathan Vincent “Jon” Voight è nato a Yonkers, USA il 29 dicembre 1938.

La sua carriera comincia nei musical di Broadway. Sul finire degli anni sessanta partecipa a numerosi serial televisivi. Ma il debutto sul grande schermo arriva nel 1967 nel film L’ora delle pistole con James Garner.

Il primo ruolo di rilievo arriva quando Voight nel 1969 viene scelto come protagonista di Un uomo da marciapiede al fianco di un giovane Dustin Hoffman.

Ottenne per questo film la sua prima nomination al premio Oscar che non vinse nonostante la sua ottima interpretazione nella parte del giovane gigolò Joe Buck. L’ambito premio, quale miglior attore, arriva dieci anni dopo per la sua interpretazione di Luke, reduce paraplegico della guerra del Vietnam, in Tornando a casa diretto da Hal Ashby.

Nel corso della sua carriera ha vinto un Premio Oscar al migliore attore (a fronte di 4 candidature) per Tornando a casa, quattro Golden Globe e un Prix d’interprétation masculine al Festival di Cannes.

Trailer del film

Fonti citate nell’articolo: Wikipedia

 

CONDIVIDI