Il film consigliato per stasera, 24 giugno – La mafia uccide solo d’estate

IERI SERA la RAI, all’ultimo momento, ha deciso di non mandarlo in onda. Stasera, invece, salvo aggiornamenti dell’ultima ora, sarà in onda regolarmente.

E’ film di denuncia, La mafia uccide solo d’estate (2014) del regista esordiente Pierfrancesco Diliberto (Iena Pif), da lui stesso interpretato, con Claudio Gioè, Alex Bisconti e Cristina Capotondi. Vincitore del David di Donatello e del Nastro d’argento nel 2014 (Miglior regista esordiente), è una commedia drammatica di denuncia sul fenomeno della Mafia.

Arturo (Alex Bisconti) è un giovane giornalista che racconta la mafia dal suo punto di vista: egli ha conosciuto e convissuto con il fenomeno mafioso sin da piccolo: fu concepito il giorno della strage di viale Lazio ed i genitori, appena convolati a nozze, vivevano nello stesso stabile in cui avvenne la strage mafiosa e nonostante la mamma cercasse di insegnargli la parola “mamma”, la sua prima parola fu “mafia”.

Fin dalle elementari, Arturo è innamorato della bella Flora, figlia di un ricco banchiere, che vive nello stesso stabile del magistrato Rocco Chinnici. Arturo non riesce a rivelarle i suoi sentimenti, ma rimane estasiato quando vede in televisione un’intervista di Maurizio Costanzo al presidente del consiglio Giulio Andreotti, che rivela di essersi dichiarato alla moglie al cimitero.

Andreotti diventa così il suo eroe personale ed egli tappezza la sua stanzetta delle foto dell’onorevole. Nello stesso palazzo dove abita il ragazzo vive anche Francesco, un giornalista che per il suo impegno contro la mafia viene obbligato dal direttore del giornale a curare le rubriche sportive.

Francesco intuisce le capacità di Arturo e lo sprona nel suo sogno di diventare giornalista. Alle vicende personali del ragazzo si alternano le stragi mafiose di quegli anni: ed egli avrà sempre un coinvolgimento in prima persona.. muoiono Boris Giuliano, incontrato tutti i giorni dal ragazzo al bar, Pio La Torre, mentre si teneva la premiazione per il concorso per giovani giornalisti, Carlo Alberto Dalla Chiesa, il quale aveva concesso un’intervista ad Arturo, vincitore del concorso citato prima, e Rocco Chinnici, ucciso in un attentato…

Non perdete questa brillante commedia, definita dall’ex Procuratore Nazionale antimafia Pietro Grasso “la miglior opera cinematografica sul tema mafia che abbia mai visto”. Appuntamento alle 21.25 su Rai 1.

In alternativa, possiamo consigliarvi la visione di Il codice Da Vinci, con Tom Hanks, in onda su Nove (canale 9) alle 21.15.

Fonte: Wikipedia